Offerte di lavoro
Skip to main content

A prima vista un post dedicato interamente al piano della scrivania potrebbe sembrare esagerato. Ma pensaci: cosa guardi tutto il giorno? su cosa appoggi le mani per la maggior parte del tempo in cui sei in ufficio? Dove organizzi il tuo ambiente di lavoro immediato? Quindi ecco alcuni suggerimenti per un piano scrivania ottimale.

Rotondo, quadrato, nero o bianco?

Ci sono molti tipi di scrivanie, nessuna è uguale all’altra. Hai quindi l’imbarazzo della scelta quando si tratta di progettare l’ufficio. Tuttavia, la nostra esperienza ci ha insegnato a prestare attenzione a due elementi fondamentali di un piano scrivania ottimale.

  • La scrivania ideale è angolare. I piani arrotondati spiccano di più, ma sono poco funzionali. Chi li usa rimane spesso bloccato coi braccioli della sedia da ufficio e deve inclinarsi in avanti, piegare la schiena, allungarsi.
  • Inoltre, il colore ideale per il piano è il grigio, o il beige o il marrone. In tutti i casi opaco, a basso riflesso. Il rischio è di [trovarsi accecati tutto il giorno](link interno post 09). alla lunga la cosa danneggerà gli occhi.

…ma in ogni caso abbastanza ampio

Dedichiamo un paragrafo separato alle dimensioni del piano della scrivania, ovvero larghezza e profondità. Se non vuoi essere sommerso da fogli e cancelleria, questa dovrebbe avere una lunghezza che puoi misurare con le braccia tese. di solito sono circa 160 cm. Ti danno abbastanza spazio per avere tutto ciò che ti serve a portata di mano, senza dover spostare troppo la sedia da ufficio.

La profondità del piano della scrivania è altrettanto importante. Dovrebbe essere di almeno 80 centimetri in modo da non dover spostare lo schermo troppo vicino ai tuoi occhi. la distanza ottimale dipende dalle dimensioni dello schermo, ma non dovrebbe essere inferiore a 50 centimetri. La profondità non dovrebbe quindi essere considerata solo come un aspetto della superficie della scrivania, ma come un aspetto importante in sé.

L’altezza corretta

Che il piano della scrivania debba essere all’altezza giusta da non costringerti a piegarti mentre lavori è piuttosto ovvio. Ma come viene misurata l’altezza corretta della scrivania?

Una cosa è chiara, dipende dall’altezza di chi la usa, ma le differenze non sono poi così accentuate. Le differenze nella seduta riguardano solo le persone molto alte o molto basse. Tra il metro e cinquanta e i due metri, la maggior parte delle persone si sente a proprio agio con una scrivania alta 72 centimetri. L’altezza deve essere regolata, in alto o in basso, solo fino a dieci centimetri al di sotto o al di sopra delle dimensioni del corpo indicate.

Sembra molto teorico, ma c’è un modo semplice per verificare se si è seduti correttamente alla scrivania, ovvero nel modo più delicato per la schiena. L’altezza del piano dovrebbe essere tale da poter rilassarci sopra gli avambracci. E se ti pieghi sui gomiti le spalle dovrebbero essere rilassate.

Quindi, un metro di misurazione non sempre è necessario. Basta una seduta di prova. Dopotutto lo devi alla tua schiena.

genetica

About genetica